1

www.cittametropolitana.ve.it
 
Home della navigazione
Regolamentazioni:
Regolamentazioni vigenti
CAPITANERIA DI PORTO DI VENEZIA
CAPITANERIA DI PORTO DI CHIOGGIA
CAPITANERIA DI PORTO DI CAORLE
ISPETTORATO DI PORTO DI VENEZIA
MAGISTRATO ALLE ACQUE DI VENEZIA
COMUNE DI VENEZIA
CITTA' METROPOLITANA
DI VENEZIA


NAVIGAZIONE LAGUNARE: REGOLAMENTAZIONI

ISPETTORATO DI PORTO DI VENEZIA

Ordinanza del Capo dell'Ispettorato di Porto di Venezia n. 113 del 15 aprile 1964: Regolamentazione dei natanti della navigazione interna adibiti al trasporto di merci pericolose.

IL CAPO DELL'ISPETTORATO DI PORTO DI VENEZIA

Visti gli articoli 23 e 85 del Codice della Navigazione;

Visti gli artt. 15 e 88 del regolamento per la Navigazione Interna;

Visto il R.D. 13 luglio 1903 n. 361 circa le precauzioni da adottarsi sulle navi adibite al trasporto di merci pericolose;

Ritenuta la necessità, ai fini della sicurezza delle persone e delle navi, di segnalare opportunamente la presenza di navi o galleggianti adibiti al trasporto di merci pericolose, nonché di regolare durante la sosta la reciproca distanza fra tali navi e galleggianti e gli altri natanti:

Ordina

1. Le navi e i galleggianti adibiti al trasporto di merci pericolose devono portare: se di giorno, una bandiera rossa delle dimensioni di m. 1,00 x 0,70; se di notte, un fanale a luce rossa visibile su tutto l'arco dell'orizzonte ad una distanza di almeno 3 miglia, sistemati ambedue ad un'altezza sul bordo e in posizione tale da poter essere agevolmente scorti da qualsiasi parte.

2. E' vietata la sosta in ogni caso di qualsiasi nave o galleggiante al fianco di altra nave o galleggiante adibito al trasporto di merci pericolose.

L'attracco delle navi e dei galleggianti nei pressi di navi o galleggianti adibiti al trasporto di merci pericolose è consentito ad una distanza tale da lasciare fra una nave e l'altra uno spazio libero pari almeno alla lunghezza della nave o del galleggiante adibito al trasporto di merci pericolose.

3. Il comandante della nave o del galleggiante adibito al trasporto di merci pericolose ha l'obbligo di richiamare l'attenzione dei comandanti delle altre navi o galleggianti sul disposto di cui all'articolo precedente adottando inoltre durante la sosta nei porti ed agli approdi tutte le precauzioni connesse con la particolare natura delle merci pericolose trasportate, allo scopo di evitare danni a persone e cose, anche se estranee alla propria nave o galleggiante.

4. Le contravvenzioni alle norme della presente ordinanza verranno punite a termini degli art. 1174 e 1213 del Codice della Navigazione, salvo le maggiori responsabilità civili e penali derivate da fatto dei contravventori.

 

torna su

trasporti@cittametropolitana.ve.it - fax (0039) 041 2501256