1

www.cittametropolitana.ve.it
 
Home della navigazione
Regolamentazioni:
Regolamentazioni vigenti
CAPITANERIA DI PORTO DI VENEZIA
CAPITANERIA DI PORTO DI CHIOGGIA
CAPITANERIA DI PORTO DI CAORLE
ISPETTORATO DI PORTO DI VENEZIA
MAGISTRATO ALLE ACQUE DI VENEZIA
COMUNE DI VENEZIA
CITTA' METROPOLITANA
DI VENEZIA


NAVIGAZIONE LAGUNARE: REGOLAMENTAZIONI

REGOLAMENTAZIONI VIGENTI NELLE ACQUE LAGUNARI

Ordinanza del Presidente del Magistrato alle Acque n. 10806 del 12 agosto 1992
Velocità massime lungo le vie navigabili.

MINISTERO DEI LAVORI PUBBLICI
MAGISTRATO ALLE ACQUE
IL PRESIDENTE

Visti gli artt. 3 e 4 della legge 5 marzo 1983 n.366, recante norme sulla Polizia della Laguna di Venezia;

Visti gli artt. 1231 e 1269 del Codice della Navigazione approvato con R.D.30 marzo 1942, n.327;

Ritenuta la necessità di integrare le norme relative alla navigazione nella laguna di Venezia ricadente nella giurisdizione del Magistrato alle Acque al fine della sicurezza e del contenimento dei danni causati dal moto ondoso;

ORDINA

1. Ai fini della sicurezza la navigazione nei canali lagunari deve effettuarsi a debita distanza dalle briccole e gruppi di segnalamento.

2. E' fatto divieto a tutti i mezzi nautici di ogni specie di ormeggiarsi o sostare presso briccole, pali e gruppi di segnalamento.

3. Sono vietati la navigazione e l'attraversamento delle zone a basso fondale al di fuori dei canali navigabili a tutti i mezzi nautici procedenti con propulsione meccanica, salvo specifica autorizzazione del Magistrato alle Acque.

4. E' fatto obbligo a tutti i mezzi nautici che navighino in presenza di piccoli natanti, natanti carichi, trasporti sanitari, trasporti funebri, ed in generale natanti a remi, nonché in prossimità di cantieri di lavoro opportunamente segnalati, di ridurre ed adeguare la propria velocità al fine di evitare pericolo.

5. (abrogato con ordinanza n. 19/96).

6. Nei canali della Laguna di Venezia in generale la velocità massima consentita è di 20 km/ora, salvo quanto stabilito nei successivi articoli.

7. La velocità massima consentita per tutti i mezzi nautici è di 8 km/ora nei sottoelencati canali:

  1. (abrogato con ordinanza n. 19/96);
  2. (abrogato con ordinanza n. 19/96);
  3. Canale Colombuola, dall'imbocco del Rio di Cannaregio al sottopasso del Ponte Ferroviario;
  4. Canale di San Giuliano e Canal Salso, dall'ex Ricevitoria di San Giuliano alla testata di Piazza Barche a Mestre;
  5. (abrogato con ordinanza n. 19/96);
  6. Canaletta Litoranea di Santa Maria Elisabetta e delle Quattro Fontane, dallo sbocco in Canale San Nicolò (Cimitero) fino allo sbocco nel Canale di Malamocco - Canale delle Scoasse;
  7. Canale San Servolo, San Lazzaro e Lazzaretto Vecchio, limitatamente ai tratti fronteggianti le isole;
  8. (abrogato con ordinanza n. 19/96);
  9. Canalette interne della Certosa, delle Vignole e di Sant'Andrea;
  10. Canale Ondello e Santa Maria, dalla confluenza con il Canale dei Marani fino al Canale di Tessera;
  11. Canali Scomenzera e San Giacomo in Palude, limitatamente ai tratti fronteggianti le Isole San Giacomo in Palude e Madonna del Monte;
  12. Canali perimetrali di Burano, di Mazzorbo, Santa Caterina e Taglio Nuovo di Mazzorbo;
  13. Canale retro Mazzorbo, dal Ponte Lungo alla confluenza con il Canale Murano-Burano (Scomenzera);
  14. Canale Saccagnana, dalla ex Ricevitoria di Treporti alla confluenza col Canale Pordelio;
  15. Canale di Portosecco, dallo sbocco in canale di Treporti alla confluenza con il Canale Pordelio;
  16. Canali Pordelio e Casson, dallo sbocco in Canale di Treporti alla Conca del Cavallino (parzialmente modificato con ordinanza n. 12/97);
  17. Canali di Silone e Siloncello, dal Cippo di Conterminazione Lagunare n.60 (Valle Perini) rispettivamente alla Conca di Portegrandi e alla Conca di Trepalade (parzialmente modificato con ordinanza n. 12/97);
  18. Canale Rigà e Canale dei Bari, dalla confluenza con il Canale San Felice alla confluenza con il Canale dell'Arco;
  19. Canalette della Cavaizza, di Lova, del Cornio, di Lugo, dall'argine Fiume Novissimo (S.S.309 Romea) alla laguna aperta;
  20. Canali Bondante e Cunette, dalla foce Idrovia Padova-Venezia al Canale Avesa;
  21. Canale tronco Osellino Est, dall'aeroporto "Marco Polo" al Cippo di Conterminazione sul Dese (vedi ora ordinanza n. 11/96);
  22. Canale di Sottomarina o Lusenzo, a Sud del Ponte Translagunare fino al sostegno di Brondolo;
  23. Canali San Domenico esterno e del Ponte Chioggia-Sottomarina, dalla punta Cantieri a Sottomarina;
  24. Canale Lombardo esterno, dalla confluenza con la Canaletta della Stazione Ferroviaria di Chioggia al nuovo sostegno di Brondolo;
  25. Canaletta dei Cantieri, dal Ponte Translagunare di Chioggia-Sottomarina al Ponte lungo il margine Sacca San Francesco;
  26. Canale Otregan, dall'argine di Conterminazione lagunare (Delta-Brenta) alla confluenza con il Canale Poco Pesce;
  27. Canale Carbonera;
  28. Canale Bissa;
  29. Canale Nuovo e Dese e Santa Maria (parzialmente modificato con ordinanza n. 08/98);
  30. Canale Gaggian e San Lorenzo;
  31. Canale di Tessera, limitatamente agli incroci con le Isole di Tessera e Serenella, nonché dall'imboccatura alla darsena aeroportuale;
  32. Canale San Felice, dalla Ricevitoria di Treporti fino al Casone di Montiron;
  33. Canale dell'Arco, dal Canale dei Bari all'incrocio con il Canale Pordelio e Casson.

8. La velocità massima consentita per tutti i mezzi nautici è di 5 km/ora nei seguenti canali:

  1. Canale Rio Interno di Torcello, dal Canale Borgognoni al Canale di Torcello;
  2. Canali di Torcello e di San Pieretto, dalla confluenza con il Canale di Sant'Antonio all'uscita nella Palude della Rosa;
  3. Canale di Sant'Antonio, dal Canale di Burano alla confluenza con il Canale di Torcello.

9. (abrogato con ordinanza n. 19/96);

10. (abrogato con ordinanza n. 19/96);

I trasgressori alla presente ordinanza saranno puniti a norma di Legge.

La presente ordinanza annulla o sostituisce le precedenti sui limiti di velocità nella Laguna di Venezia.

E' fatto obbligo a chiunque spetti di osservare e far osservare la presente ordinanza.

torna su

trasporti@cittametropolitana.ve.it - fax (0039) 041 2501256