1

www.cittametropolitana.ve.it
 
Home della navigazione
Regolamentazioni:
Regolamentazioni vigenti
CAPITANERIA DI PORTO DI VENEZIA
CAPITANERIA DI PORTO DI CHIOGGIA
CAPITANERIA DI PORTO DI CAORLE
ISPETTORATO DI PORTO DI VENEZIA
MAGISTRATO ALLE ACQUE DI VENEZIA
COMUNE DI VENEZIA
CITTA' METROPOLITANA
DI VENEZIA


NAVIGAZIONE LAGUNARE: REGOLAMENTAZIONI

REGOLAMENTAZIONI VIGENTI NELLE ACQUE LAGUNARI

MAGISTRATO ALLE ACQUE DI VENEZIA
Ordinanza n° 119/99 del 27 settembre 1999
Velocità massime lungo le vie navigabili.

IL PRESIDENTE

Vista la legge 5 maggio 1907 n. 257, modificata dalla legge 13 luglio 1911 n. 774, e dai RR.DD. 31 dicembre 1922 n. 1809, 12 dicembre 1923 n, 2846 e 31 dicembre 1923 n. 3228;

Visto il Codice della Navigazione approvato con R.D 30 marzo 1942, n. 327;

Viste le norme relative alla laguna di Venezia di cui alla legge 5 marzo 1963, n.366;

Vista la legge n. 708 del 29 novembre 1984;

Visto che con verbale del 20 luglio 1999 sono stati riconsegnati alla giurisdizione del Magistrato alle Acque alcuni canali sottoposti in precedenza alla giurisdizione marittima, ed in particolare:

parte della rada interna del Porto di Malamocco (lato meridionale e lato settentrionale ad esclusione del canale di transito marittimo), canale di raccordo con il Naviglio-Brenta, canale di Malamocco, canale Santo Spirito, canale Orfano, canale Spignon, canale Fisolo, bacino di Poveglia, canale Rezzo, canale Orfanello, canale di Treporti (tra la sponda meridionale di canale Pordelio e la confluenza con i canale di Burano e San Felice), canale dei Marani (dal limite settentrionale del bacino antistante l'Arsenale di Venezia in direzione Murano), canale dei Lavraneri, canale di Fusina, canale delle Tresse, canale La Grazia, canale di Burano, canale Retro Giudecca e canale Fasiol;

TUTTO CIÒ PREMESSO:

Ritenuta la necessità di adeguare le norme relative alla navigazione al fine di garantirne la sicurezza e l'incolumità dei transitanti nei canali in questione;

ORDINA

1. La velocità massima consentita è di 11 km/h per tutti i mezzi nautici nei canali sottoelencati:

canale dei Marani (nel bacino compreso tra l'isola di Murano e l'isola di San Michele - fino alla confluenza con il canale La Nave), canale delle Tresse (in prossimità delle isole) e canale di raccordo con il Naviglio-Brenta.

2. La velocità massima consentita è di 8 km/h per tutti i mezzi nautici nei canale sottoelencati:

canale dei Lavraneri, canale Retro Giudecca, canale La Grazia (nel tratto in prossimità delle isole della Giudecca e di San Giorgio).

3. Salvo quanto disposto dai precedenti articoli, la velocità massima consentita è di 20 km/h per tutti i mezzi nautici nei canale sottoelencati:

parte della rada interna del Porto di Malamocco (lato meridionale e lato settentrionale ad esclusione del canale di transito marittimo), canale di Malamocco, canale Santo Spirito, canale Orfano, canale Spignon, canale Fisolo, bacino di Poveglia, canale Rezzo, canale Orfanello, canale di Treporti (tra la sponda meridionale di canale Pordelio e la confluenza con i canali di Burano e San Felice), canale dei Marani (dal limite settentrionale del bacino antistante l'Arsenale di Venezia in direzione Murano), canale di Fusina, canale delle Tresse, canale La Grazia, canale di Burano, e canale Fasiol.

4. Le disposizioni di cui agli artt. precedenti non si applicano ai mezzi delle Forze dell'Ordine, dei VV.FF., di pronto soccorso e sanitari, nonché quelli di pronto intervento che circolano per motivi di servizio con sirena inserita o altro segnale equivalente.

I trasgressori le norme contenute nella presente ordinanza saranno puniti ai sensi dell'art. 1174 del Codice della Navigazione, salvo che il fatto non costituisca più grave reato e saranno comunque ritenuti responsabili di ogni danno che dovesse derivare a persone e/o cose.

E' fatto obbligo a chiunque spetti di osservare e far osservare la presente ordinanza.

 

torna su

trasporti@cittametropolitana.ve.it - fax (0039) 041 2501256