1

www.cittametropolitana.ve.it
 
Home della navigazione
Regolamentazioni:
Regolamentazioni vigenti
CAPITANERIA DI PORTO DI VENEZIA
CAPITANERIA DI PORTO DI CHIOGGIA
CAPITANERIA DI PORTO DI CAORLE
ISPETTORATO DI PORTO DI VENEZIA
MAGISTRATO ALLE ACQUE DI VENEZIA
COMUNE DI VENEZIA
CITTA' METROPOLITANA
DI VENEZIA


NAVIGAZIONE LAGUNARE: REGOLAMENTAZIONI

REGOLAMENTAZIONI VIGENTI NELLE ACQUE LAGUNARI

MAGISTRATO ALLE ACQUE DI VENEZIA
Ordinanza n° 11/97 del 9 maggio 1997
Avviso di pericolosità.

IL PRESIDENTE

Vista la legge 5 maggio 1907 n. 257, modificata dalla legge 13 luglio 1911 n. 774, e dai RR.DD. 31 dicembre 1922 n. 1809, 12 dicembre 1923 n, 2846 e 31 dicembre 1923 n. 3228;

Visto il Codice della Navigazione approvato con R.D 30 marzo 1942, n. 327;

Viste le norme relative alla laguna di Venezia di cui alla Legge 5 marzo 1963, n. 366;

Vista la Legge n. 798 del 29 novembre 1984;

Vista la situazione di interrimento del canale Sette Morti e la conseguente riduzione del fondale tra le briccole 53 e 64;

Vista la possibilità che le imbarcazioni in transito lungo il predetto canale possano avere problemi di pescaggio;

TUTTO CIÒ PREMESSO

Ritenuta la necessità di adeguare le norme relative alla navigazione al fine di garantirne la sicurezza e l'incolumità di tutti i transitanti nel canale in questione;

ORDINA

1. Tutte le unità in navigazione nel tratto di canale Sette Morti, compreso tra le briccole 53 e 64, devono prestare la massima attenzione specie in fase di incrocio con mezzi provenienti in senso opposto e mantenersi ad una distanza di almeno metri 50 dall'allineamento delle briccole.

2. Tutte le unità in navigazione nel tratto di canale di cui all'art. 1, devono mantenere la velocità minima compatibile con le esigenze della manovra.

3. Le disposizioni di cui agli artt. 1 e 2 non si applicano ai mezzi delle Forze dell'Ordine, dei VV.FF, dei VV.UU., di pronto soccorso e sanitari, nonché quelli di pronto intervento.

Per i trasgressori le norme contenute nella presente ordinanza è prevista una pena pecuniaria da L 100.000 a L 600.000 ai sensi dell'art. 1174 del Codice della Navigazione, così come modificato dall'art. 3 comma 2 della legge 28 dicembre 1993 n. 561, e art. 1231 sempre del Codice della Navigazione approvato con R.D. 30 marzo 1942 n. 327, salvo che il fatto non costituisca più grave reato e saranno comunque ritenuti responsabili di ogni danno che dovesse derivare a persone e/o cose.

E' fatto obbligo a chiunque spetti di osservare e far osservare la presente ordinanza.

 

torna su

trasporti@cittametropolitana.ve.it - fax (0039) 041 2501256