1

www.cittametropolitana.ve.it
 
Home della navigazione
Regolamentazioni:
Regolamentazioni vigenti
CAPITANERIA DI PORTO DI VENEZIA
CAPITANERIA DI PORTO DI CHIOGGIA
CAPITANERIA DI PORTO DI CAORLE
ISPETTORATO DI PORTO DI VENEZIA
MAGISTRATO ALLE ACQUE DI VENEZIA
COMUNE DI VENEZIA
CITTA' METROPOLITANA
DI VENEZIA


NAVIGAZIONE LAGUNARE: REGOLAMENTAZIONI

REGOLAMENTAZIONI VIGENTI NELLE ACQUE LAGUNARI

3) COMUNE DI VENEZIA

3.2) CIRCOLAZIONE NEI RII E CANALI A TRAFFICO URBANO.

Ordinanze del Sindaco del Comune di Venezia n. N° 162654 del 23 dicembre 1998 e N° 164930 del 29 dicembre 1998

IL SINDACO
DI CONCERTO CON IL PRESIDENTE DEL MAGISTRATO ALLE ACQUE

  • Vista la Legge 5 maggio 1907 n° 257, modificata dalla Legge 13 luglio 1911 n° 774, e dai RR.DD. 31 dicembre 1922 n° 1809, 12 dicembre 1923 n° 2846 e 31 dicembre 1923 n° 3228;
  • Visto il Codice della Navigazione approvato con R.D. 30 marzo 1942, n° 327;
  • Viste le norme relative alla Laguna di Venezia di cui alla Legge 5 marzo 1963, n° 366
  • Premesso che la navigazione nel Canal Grande e nei rii interni della Città di Venezia è normata dal Regolamento della Circolazione Acquea del Comune di Venezia , approvato dal Consiglio Comunale con delibere n° 216 del 07/10/1996 e n° 205 del 28/07/1997, nonché, ai sensi dell'art. 517 del Regolamento per l'esecuzione del Codice della Navigazione da:
  • - Capitaneria di Porto: parere prot. n° 35057/P.N. del 06/10/1997
  • - Magistrato alle Acque: parere prot. n° 3167 del 02/04/1998
  • - Ispettorato di Porto: parere prot. n° 780 del 24/06/1998
  • Visto che ai sensi dell'art. 10 del suddetto Regolamento della Circolazione Acquea viene prevista l'attuazione delle materie nello stesso elencate, tramite "l'emissione di specifiche ordinanze attuative" e previa riunione della Conferenza di Servizio delle Autorità competenti.
  • Visti i pareri espressi in sede di Conferenza dei Servizi del 04/12/1998 che ha avuto per oggetto appunto la stesura definitiva della presente ordinanza.
  • Richiamato il vigente art. 36 della Legge 08/06/1990 n° 142



O R D I N A

1. Imbarcazioni a remi. - 1. Le imbarcazioni a remi possono circolare dalle 00.00 alle 24.00 in tutti i sensi e in tutti i canali ferme restando le limitazioni dimensionali previste nei successivi articoli per i singoli canali.



2. Canal Grande di Venezia.

a) Nel tratto di Canal Grande di Venezia compreso tra il ponte ferroviario e la congiungente Punta della Dogana - Calle Vallaresso, è consentito il transito:

  • dalle ore 0.00 alle ore 24.00

ai Servizi di Linea ACTV e ai propri mezzi aziendali, alle imbarcazioni in servizio TAXI e noleggio con conducente, di stazza lorda fino ad un massimo di 5 tonn., ai motoscafi degli Enti di cui al successivo art. 8, al trasporto bagagli;

  • dalle ore 07.00 alle ore 24.00

alle imbarcazioni da trasporto persone e cose in conto proprio e da diporto con stazza lorda fino a 5 tonn. di proprietà dei residenti nel Centro Storico e Isole di Venezia e di coloro che sono in possesso di concessione di spazio acqueo in Centro Storico e Giudecca;

  • dalle ore 04.00 alle ore 19.00

alle imbarcazioni da trasporto cose per conto terzi di stazza lorda fino a 15 tonn., ad esclusione delle domeniche e dei giorni festivi;

b) Solo ed esclusivamente nel tratto di Canal Grande compreso tra il ponte ferroviario e la confluenza con il Canale di Cannaregio è consentito il transito

  • dalle ore 04.00 alle ore 19.00

alle imbarcazioni da trasporto cose per conto terzi di stazza lorda fino a 25 tonn., ad esclusione delle domeniche e dei giorni festivi;

  • dalle ore 07.00 alle ore 23.00

ai mezzi che effettuano il noleggio con conducente denominato "Gran Turismo" con stazza lorda inferiore alle 25 tonn.



3. Rio di Cannaregio.

a) Lungo tutto il canale di Cannaregio è consentito il transito:

  • dalle ore 0.00 alle ore 24.00

ai Servizi di Linea ACTV e ai propri mezzi aziendali, alle imbarcazioni in servizio TAXI e noleggio con conducente, di stazza lorda fino ad un massimo di 5 tonn., ai motoscafi degli Enti di cui al successivo art. 8, al trasporto bagagli;

  • dalle ore 07.00 alle ore 24.00

alle imbarcazioni da trasporto persone e cose in conto proprio e da diporto con stazza lorda fino a 5 tonn. di proprietà dei residenti nel Centro Storico e Isole di Venezia e di coloro che sono in possesso di concessione di spazio acqueo in Centro Storico e Giudecca;

  • dalle ore 04.00 alle ore 19.00

alle imbarcazioni da trasporto cose per conto terzi di stazza lorda fino a 25 tonn., ad esclusione delle domeniche e dei giorni festivi.

Ai mezzi che effettuano il noleggio con conducente denominato "Gran Turismo" con stazza lorda inferiore alle 25 tonn.

  • dalle ore 11.00 alle ore 19.00

nei giorni feriali: doppio senso di circolazione;

  • dalle ore 07.00 alle ore 11.00

nei giorni feriali: senso unico di circolazione, dalla Laguna Nord verso il Canal Grande;

  • dalle ore 07.00 alle ore 19.00

alla domenica e tutti giorni festivi: doppio senso di circolazione;



4. Canal Grande di Murano.

a) Nel tratto di Canal Grande di Murano è consentito il transito:

  • dalle ore 0.00 alle ore 24.00

ai Servizi di Linea ACTV e ai propri mezzi aziendali, alle imbarcazioni in servizio TAXI e noleggio con conducente, di stazza lorda fino ad un massimo di 5 tonn., ai motoscafi degli Enti di cui al successivo art. 8, al trasporto bagagli;

  • dalle ore 07.00 alle ore 24.00

alle imbarcazioni da trasporto persone e cose in conto proprio e da diporto con stazza lorda fino a 5 tonn. di proprietà dei residenti nel Centro Storico e Isole di Venezia e di coloro che sono in possesso di concessione di spazio acqueo in Centro Storico e Giudecca;

  • dalle ore 04.00 alle ore 19.00

alle imbarcazioni da trasporto cose per conto terzi di stazza lorda fino a 25 tonn., ad esclusione delle domeniche e dei giorni festivi;

  • dalle ore 07.00 alle ore 23.00

ai mezzi che effettuano il noleggio con conducente denominato "Gran Turismo" con stazza lorda inferiore alle 25 tonn.;



5. Rio Novo - Rio de Ca Foscari

1) Nel Rio Novo e nel Rio di Ca Foscari nel tratto di Rio Novo che va da ponte della Cereria verso il rio di Cà Foscari e il rio di Ca Foscari è consentito il transito:

  • dalle ore 04.00 alle ore 24.00

alle imbarcazioni in servizio TAXI e noleggio con conducente, di stazza lorda fino ad un massimo di 5 tonn., ai motoscafi degli Enti di cui al successivo art. 8, al trasporto bagagli

  • dalle ore 07.00 alle ore 24.00

alle imbarcazioni da trasporto persone e cose in conto proprio e da diporto con stazza lorda fino a 5 tonn. di proprietà dei residenti nel Centro Storico e Isole di Venezia e di coloro che sono in possesso di concessione di spazio acqueo in Centro Storico e Giudecca;

  • dalle ore 06.00 alle ore 19.00

alle imbarcazioni da trasporto cose per conto terzi della larghezza non superiore a ml. 3,00, ad esclusione delle domeniche e dei giorni festivi;

  • dalle ore 00.00 alle ore 24.00

esclusivamente alle imbarcazioni in servizio TAXI e noleggio con conducente, di stazza lorda fino ad un massimo di 5 tonn. nel tratto di Rio Novo che va dal ponte del Monastero al ponte della Cereria-Pagan

2) Nel tratto del Rio Novo - Rio di Ca Foscari che va dal Ponte della Cereria all'uscita in Canal Grande - Ca Foscari ad esclusione del lato e del tratto delle cavane dei Vigili del Fuoco, è consentita la sosta dei natanti solo in unica fila, purchè vi sia il conducente a bordo.

3) E' consentito dalle ore 00.40 alle ore 24.00, a tutti i natanti a motore, gli attraversamenti del Rio Novo nei tratti:

- Rio del Magazen - Rio di S. Andrea - Rio delle Burchielle e viceversa;

- Rio S. Margherita - Rio del Malcanton e viceversa.

4) E' consentita, dalle ore 00.40 alle ore 24.00,ai soli concessionari di spazi acquei siti nel Rio di S. Pantalon - Mosca, il transito nel rio di Ca Foscari (dall' incrocio del Rio di S. Margherita - Rio del Malcanton al Canal Grande - Rio di Ca Foscari).

5) Nei pressi della Caserma dei Vigili del Fuoco è fatto obbligo di:

- ridurre la velocità

- con SEMAFORO ROSSO,

di fermarsi prima del Ponte di Ca Foscari per i mezzi provenienti da Rio Novo;

di fermarsi in Canal Grande per i mezzi che devono entrare nel Rio di Ca Foscari;

6) E' vietato:

- il transito in doppia fila;

- l'inversione di marcia, ad esclusione del tratto compreso tra il ponte del Monastero ed il ponte della Cereria;.

- il sorpasso tra tutti i natanti.

7) I natanti a remi e a motore che transitano nel Rio di Novo e nel Rio di Ca Foscari debbono tenere la sinistra;



6. Rii del Sestiere di S. Marco.

1) Nei rii del sestiere di S. Marco compresi i rii di confine (Palazzo - Canonica, Guerra - S. Zulian - Fava) è vietato:

  • dalle ore 11.00 alle ore 18.00, il transito dei natanti e imbarcazioni a motore adibiti al trasporto di cose per conto proprio;
  • dalle ore 13.00 alle ore 15.00 e dalle ore 18.00 alle ore 24.00, il transito dei natanti e imbarcazioni adibiti al trasporto di cose per conto terzi.
  • dalle ore 13.00 alle ore 15.00 e dalle ore 20.00 alle ore 24.00, il transito dei mezzi dell'AMAV;
  • dalle ore 05.00 alle ore 09.00 , il transito di gondole e sandoli in servizio pubblico, ad esclusione delle domeniche ed i giorni festivi;

2) Nel Rio di S. Salvador è consentito il transito a doppio senso nel tratto da Canal Grande alla riva pubblica di Salizzada S. Teodoro

  • ai natanti adibiti al trasporto merci per conto terzi e per conto proprio di larghezza non superiore a ml. 2,40 dalle ore 04.00 alle ore 13.00 e dalle ore 15.00 alle ore 18.00;



7. Altri Rii.

1) La navigazione, è consentita:

  • dalle ore 04.00 alle ore 24.00

ai natanti per il trasporto pubblico di persone, non di linea, con stazza lorda fino a 5 tonn. e con larghezza non superiore a ml 2,40;

ai natanti per trasporto di persone in conto proprio, con stazza lorda fino a 5 tonn. e con larghezza non superiore a ml 2,40;

ai natanti adibiti al trasporto di merci per conto proprio, e per conto terzi aventi stazza lorda inferiore alle 10 tonn. e con larghezza non superiore a ml 2,40;

2) La navigazione, è vietata:

  • ai natanti aventi stazza lorda superiore alle 15 tonn. nei seguenti rii e canali :
  • Canale di S. Pietro, Rio dei Giardini, Quintavalle e S. Elena;
  • Rio di S. Maria Maggiore, S. Marta (da Canale Scomenzera) ed in prosecuzione, Tentor, della Madonna, Tre Ponti;
  • Rio Briati, Carmini, S. Sebastiano, S. Baseggio;
  • Rii della Giudecca;
  • Rio di S. Alvise, Madonna dell'Orto;
  • ai natanti aventi stazza lorda superiore alle 10 tonn. nei seguenti rii e canali :
  • Rii della Sensa, S. Girolamo, Misericordia e Noale;
  • Rio della Crea (I° tratto) ed in prosecuzione rio di S. Giobbe;
  • Rio dei Mendicanti ed in prosecuzione rii S.Marina, Pestrin, S. Giovanni Laterano, (ramo alto), S. Lorenzo, Greci;
  • Rii di S. Giustina, Antonin, Pietà;
  • Canale del Casinò del Lido
  • Rii e Canali di Murano rimanenti;
  • Rii di S. Trovaso e S. Polo.
  • ai natanti con larghezza superiore a ml 2,80 . nei seguenti rii e canali :
  • Marin, S. Giacomo dell'Orio, S. Agostin, S. Zan degolà, S. Luca, Barcaroli, S. Moisé, Canonica - Palazzo, Guerra - S. Zulian, Fava, Fondtego dei Tedeschi, S. Lio, S. Marina (I° tratto), Paradiso - Pestrin, Mondo novo, SS. Apostoli, Gesuiti, S. Caterina, Tolentini, S. Barnaba, Avogaria, Ognissanti;
  • Canali del Lido;
  • Rii di Burano (Giudecca, Pontinello);
  • ai natanti con larghezza superiore a ml 2,40 . nei seguenti rii e canali :
  • Frescada, Fuseri, Baretteri, Scoaccamini, Bacino Orseolo, Lovo - S.Salvador, Ostreghe, Veste, Verona e S. Pantalon, S. Stin fino al ponte dei Frari, S. Francesco, Arco, Scudi, Ca di Dio, S. Giuseppe;
  • Rii di Burano (Terranova, Mandracchio S. Mauro - Cavanella, Assassini);

3) Nei rii di Competenza Comunale non compresi nell'elenco del comma 2) , è vietato il transito ai natanti di larghezza superiore a ml 2,20.



8. Enti autorizzati per esigenze di servizio.

Elenco degli Enti autorizzati

Prefettura di Venezia, Regione Veneto, Città metropolitana di Venezia, Comune di Venezia, Magistrato alle Acque, Corte dei Conti, Università, Camera di Commercio, Uffici dello Stato, Finanziari e Giudiziari, Questura, Carabinieri, Comando Marina, Capitaneria di Porto-Guardia Costiera, Comando Militare, Guardia di Finanza, Vigili del Fuoco, USL, Banca d'Italia, le squadre di pronto intervento delle Aziende erogatrici quali ASPIV, ITALGAS, ENEL, TELECOM.



9. Sensi unici

1) Il senso unico di marcia è introdotto per i natanti a motore nei seguenti rii e canali:

  • Rio Marin ed in prosecuzione S. Giacomo dall'Orio, fino alla confluenza con il rio di S. Agostino nel senso di marcia da Canal Grande a rio di S. Agostino;
  • Rio di S. Luca - Barcaroli - S. Moisè nel senso di marcia da Canal Grande a Bacino S. Marco, ad esclusione dei TAXI in servizio pubblico che servono l'Hotel Bauer;
  • Rio S. Zan Degolà nel senso di marcia da rio S. Agostino a Canal Grande;
  • Rio S. Trovaso nel tratto compreso tra rio di Ognissanti e Canal Grande (escluso il tratto iniziale, da Canal Grande, in comune con il rio della Toletta);
  • Rio di S. Vio nel senso di marcia da da Canal Grande a Canale della Giudecca.
  • Rio dei Greci - S. Lorenzo nel senso di marcia da Bacino S. Marco a confluenza con il rio di S. Giustina;
  • Rio del Malibran (S. Lio) - S. Marina - S. Giovanni Laterano ramo alto, nel senso di marcia da confluenza con il rio del Fontego dei Tedeschi - rio della Fava e confluenza con il rio di S. Lorenzo;
  • Rio di Palazzo (Canonica) - rio della Guerra (S. Zulian) - rio della Fava nel senso di marcia da Bacino S. Marco a confluenza con il rio del Fontego dei Tedeschi;
  • Rio S. Giovanni Grisostomo nel senso di marcia da rio del Malibran (S. Lio) a Canal Grande;
  • Rio dei Fuseri - Scoacamini - Baretteri nel senso di marcia da rio di S: Luca a rio della Guerra (S. Zulian);
  • Rio di S. Felice nel senso di marcia da confluenza con il rio S. Sofia - Priuli a Canal Grande;
  • Rio di SS. Apostoli nel senso di marcia da Canal Grande alla confluenza con rio S. Andrea - Gozzi;

2) E' consentito il transito in doppio senso nel tratto di S. Marina compreso tra la congiungente del rio stesso con i rii Mendicanti, Pestrin, Tetta e S. Giovanni Laterano;

3) E' consentito, nei rii ove è istituito il senso unico di marcia, il transito a doppio senso ai natanti a motore delle forze dell'Ordine, dei Vigili del Fuoco, Sanitari del Pronto Soccorso e di Pronto Intervento, quando circolano per motivi di servizio con sirena inserita (o analogo segnale di emergenza) e con carattere d'urgenza, documentabile a richiesta;



10. Percorso blu.

1) Ad uso esclusivo dei natanti a remi è istituito nell'Area Centrale del Centro Storico di Venezia un "Percorso blu".Tale percorso consente di attraversare la città dalla laguna nord (S. Alvise) al Canale della Giudecca e viceversa, interessando i sestieri di Cannaregio, S. Polo, S. Croce, S. Marco e Dorsoduro:

Il percorso interessa più precisamente i seguenti rii:

  • rio delle Torreselle, del Santissimo, S. Maurizio, Malatin, S. Anzolo, Ca Corner, Madonetta, S. Cassian, delle due Torri, Maddalena, Grimani-Moro, Lustraferi, Trasti, Zecchini;

2) Coloro i quali sono in possesso di concessione di spazio acqueo nei rii di cui al comma precedente, sono autorizzati ad accedere allo spazio acqueo in concessione con i propri mezzi a motore, percorrendo il tragitto più breve.

3) Nel rio di S. Maurizio è consentito il transito a motore, dal Canal Grande fino alla sede della Prefettura; Le imbarcazioni a motore adibite a servizio TAXI e al trasporto bagagli possono accedere ai rii del "Percorso blu" solo per effettuare operazioni di imbarco e sbarco, carico e scarico dei residenti nelle zone limitrofe al suddetto percorso.



11. Rive e fondamente.

1) Nelle rive e fondamente dotate dell'indicazione "ORMEGGIO RISERVATO" è vietata la sosta di natanti non autorizzati anche con il conducente a bordo.

Tuttavia è consentito l'approdo, solo per il tempo strettamente necessario ad effettuare le operazioni di imbarco-sbarco, carico-scarico, senza che questi intralcino le operazioni dei natanti a cui l'approdo è riservato;

2) E' vietato ormeggiare qualsiasi tipo di imbarcazione legandola a colonne e colonnine delle rive e fondamente nonché a qualsiasi elemento di arredo urbano.



12. Scafi in ferro.

1) Tutti i natanti dotati di scafo in ferro (esclusi i mezzi ACTV) che transitano nei rii e canali di cui alla presente Ordinanza, devono essere dotati di puntali fissi e parabordi fissi e/o mobili; le protezioni anche mobili dovranno essere di gomma, materiale plastico o cordame, tali da non recare danno all'accosto a rive, fondamente, ponti, fabbricati ed altri natanti.



13. Deroghe.

1) Il Dirigente dell'Ufficio Traffico Acqueo, o chi ne fa le veci, potrà, su presentazione di istanza motivata e secondo modalità e criteri previsti, rilasciare autorizzazioni in deroga, eccezionali e temporanee in ordine alla percorribilità dei rii e canali oggetto della presente Ordinanza.

2) In considerazione dell'importanza dei servizi svolti dall'AMAV, la stessa potrà essere autorizzata all'impiego di imbarcazioni aventi misure diverse da quelle previste dalla presente Ordinanza.

3) Nei rii e canali di è vietata la circolazione dei natanti a motore dalle ore 00.00 alle ore 04.00.

I natanti potranno circolare solo per motivi dovuti a ragioni di assoluta emergenza e situazioni di pericolo grave per persone e cose nonchè per servizi di trasporto pubblico non di linea qualora rivolti a residenti in abitazioni poste in prossimità del rio percorso.



14. Decorrenza.

La presente ordinanza decorrerà dalle ore 00.00 del 01/01/1999.

Rimangono in vigore le ordinanze relative alle norme di traffico adottate temporaneamente per la durata dei lavori di scavo dei rii e di pubblica utilità, per il periodo di vigenza delle stesse.



15. Sanzioni.

Le Forze dell'Ordine sono incaricate di assicurare il rispetto della presente Ordinanza.

Sono salvi i casi fortuiti e le condizioni di emergenza.

Per la violazione commessa agli articoli della presente Ordinanza, è prevista una pena pecuniaria da L. 150.000= a L. 1.000.000=.

Ai sensi dell'art. 16 della legge 24/11/1981 n° 689, è ammesso il pagamento con effetto liberatorio per tutti gli obbligati, di una somma in misura ridotta di L. 300.000= pari al doppio del minimo entro il termine di 60 gg. dalla data di notifica o della contestazione.

La presente Ordinanza viene affissa all'Albo Pretorio e inviata al Prefetto, al Presidente della Città metropolitana di Venezia, alle Forze dell'Ordine, alla Polizia Municipale, ai Vigili del Fuoco, all'Autorità Portuale di Venezia, alle USL, alla Camera di Commercio di Venezia, Rovigo Delta-Lagunare, alle Associazioni delle Categorie Economiche del Trasporto.

torna su

trasporti@cittametropolitana.ve.it - fax (0039) 041 2501256