1

www.cittametropolitana.ve.it
 
Home Servizi circolazione
Scuole Nautiche
Autorizzazioni distanze minime da ferrovie
Agenzie e autoscuole
Educazione stradale
Patente a Punti
Impianti carburante


SERVIZI ALLA CIRCOLAZIONE:
AUTORIZZAZIONI DISTANZE MINIME DA INFRASTRUTTURE FERROVIARIE


Responsabile del procedimento
Ing. Fabio Boaretto
tel. 041-2501987
e-mail: fabio.boaretto@cittametropolitana.ve.it

Collaboratore all’istruttoria:
ing. Alessandro Leon
tel. 041-2501907
e-mail: alessandro.leon@cittametropolitana.ve.it

AVVISO IMPORTANTE

A SEGUITO DELL’ENTRATA IN VIGORE DEL DM 5 AGOSTO 2016 “INDIVIDUAZIONE RETI FERROVIARIE” SI E’ VENUTO A DETERMINARE UN VUOTO NORMATIVO RELATIVO ALLE COMPETENZE DEGLI U.S.T.I.F., A CAUSA DEL QUALE IL RILASCIO DI NUOVE AUTORIZZAZIONI ALLA DEROGA DISTANZE DA PARTE DELLA CITTA’ METROPOLITANA DI VENEZIA (E DI TUTTI GLI UFFICI CON ANALOGHE COMPETENZE DI ALTRE PROVINCE E REGIONI) E’ IN QUESTO MOMENTO SOSPESO.  VERRANNO FORNITE NUOVE INDICAZIONI QUANDO SARA’ EFFETTUATO UN PRONUNCIAMENTO DA PARTE DEL MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E TRASPORTI, INTERPELLATO DA QUESTO UFFICIO.

RIFERIMENTI LEGISLATIVI

D.P.R. dell’11 luglio 1980, n. 753 “Nuove norme in materia di polizia, sicurezza e regolarità dell’esercizio delle ferrovie e di altri servizi di trasporto”
Art. 49:
" Lungo i tracciati delle linee ferroviarie è vietato costruire, ricostruire o ampliare edifici o manufatti di qualsiasi specie ad una distanza, da misurarsi in proiezione orizzontale, minore di metri trenta dal limite della zona di occupazione della più vicina rotaia."
Art. 60:
" Quando la sicurezza pubblica, la conservazione delle ferrovie, la natura dei terreni e le particolari circostanze locali lo consentano, possono essere autorizzate dagli uffici compartimentali delle F.S., per le ferrovie dello Stato, e dai competenti uffici della M.C.T.C., per le ferrovie in concessione, riduzioni alle distanze prescritte dagli artt. 49 e 56."

D.Lgs. del 31 marzo 1998, n. 112 “Conferimento di funzioni e compiti amministrativi dello Stato alle regioni ed agli enti locali, in attuazione del capo I della L. 15 marzo 1997, n. 59”
Art. 105, comma 4:
" Sono, inoltre, delegate alle regioni ai sensi del comma 2 dell'articolo 4 della legge 15 marzo 1997, n. 59 , le funzioni relative alle deroghe alle distanze legali per costruire manufatti entro la fascia di rispetto delle linee e infrastrutture di trasporto, escluse le strade e le autostrade."

L.R.del 13 aprile 2001, n. 11 “Conferimento di funzioni e compiti amministrativi alle autonomie locali in attuazione del decreto legislativo 31 marzo 1998, n. 112”
Art. 101, comma 1, lett. a:
"Oltre alle funzioni trasferite o delegate sulla base della vigente normativa statale e regionale spetta alle province: la sub-delega in materia di funzioni relative alle deroghe alle distanze legali per costruire manufatti entro la fascia di rispetto delle linee e delle infrastrutture di trasporto, escluse le strade e le autostrade"

AMBITO DI COMPETENZA DELLA CITTA’ METROPOLITANA DI VENEZIA

La Città metropolitana di Venezia è competente per la linea ferroviaria Adria – Mestre, unica linea in concessione. Per le altre linee ferroviarie del territorio provinciale è competente RFI (tel. 041.784748).

DOMANDA PER LA AUTORIZZAZIONE ALLA DEROGA

La domanda di richiesta di deroga (compilata sul modulo disponibile al link qui sotto) dovrà essere in regola con l’imposta di bollo (€ 16,00) e dovrà contenere i seguenti elementi:

  • I dati personali del richiedente: nome e cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza attuale; nel caso di azienda sono necessarie la denominazione sociale, partita IVA, sede legale, e dati personali del legale rappresentante;
  • Tutti i riferimenti al luogo di intervento: indirizzo e riferimenti catastali;
  • I riferimenti del professionista responsabile alla realizzazione dei lavori (compresi i recapiti a cui contattarlo)
  • L’elezione di domicilio per la pratica presso lo studio tecnico del professionista (al fine di semplificare e velocizzare l’iter)

MODULO STANDARD PER LA DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE (non attivo)

DOCUMENTAZIONE PROGETTUALE NECESSARIA

La documentazione progettuale da allegare alla domanda, dovrà avere le seguenti caratteristiche (a meno di casi particolari, via via verificati in fase di esame preliminare del progetto da parte del Servizio Trasporti):

  • Eventuali autorizzazioni e pareri precedentemente ottenuti;
  • Relazione tecnica dell’intervento;
  • Relazione fotografica;
  • Planimetrie e sezioni dello stato di fatto e dello stato di progetto, sottolineando la distanza minima (attuale e futura) dalla rotaia più esterna, gli scavi che verranno effettuati, sottolineando la loro profondità e la superficie ricoperta da eventuali platee in cemento;
  • Relazione geotecnica (se in presenza di scavi rilevanti) redatta da professionista abilitato ovvero Asseverazione, redatta da professionista abilitato, sull’ininfluenza degli scavi sul rilevato ferroviario (scavi di modesta entità e superficiali) e della conseguente non necessità della relazione geotecnica.

In caso di nuove costruzioni di edifici o ampliamenti di edifici esistenti:

  • Relazione tecnica, redatta da professionista abilitato, atta a comprovare la valutazione degli effetti di vibrazione e rumore indotti dalla presenza di servizio ferroviario, ovvero Asseverazione sull’ininfluenza degli effetti di vibrazione e rumore indotti dal servizio ferroviario sul fabbricato e sulle persone.

MODALITA’ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA:
A far data dal 19/10/2015 l’unica modalità di trasmissione ammessa è la posta elettronica certificata (PEC) all’indirizzo trasporti.cittametropolitana.ve@pecveneto.it della  documentazione con le seguenti specifiche:

  1. domanda: scansione (esclusivamente in formato pdf ) dell’originale debitamente sottoscritto dai richiedenti e sottoscritto digitalmente dal tecnico incaricato. Qualora i richiedenti dispongano di firma digitale possono utilizzarla per sottoscrivere la domanda;
  2. elaborati progettuali e altri allegati: scansioni degli originali (in formato pdf) e/o stampa su  file (in formato pdf)  sottoscritti digitalmente dal tecnico incaricato;
  3. attestazione Agenzia Entrate dell’avvenuto versamento dell’imposta di bollo in forma virtuale;
  4. ricevuta versamento oneri istruttoria: scansione della ricevuta (esclusivamente in formato pdf ).

I files allegati dovranno essere compressi il più possibile

 

ONERI DI ISTRUTTORIA

    • € 50,00: in caso di nuova richiesta;
    • € 20,00: in caso di ulteriore richiesta in riferimento all’edificio per cui per cui l’Ente si è già precedentemente espresso ai sensi del D.P.R. del 11/07/1980 n. 753.

Allegare alla domanda scansione della ricevuta del bollettino postale comprovante l’avvenuto pagamento degli oneri di istruttoria sul c/c n. 17470303 intestato a: Città metropolitana di Venezia – Servizio Trasporti, con causale: “oneri istruttoria costruzione in deroga distanze minime da infrastrutture di trasporto”

 

SOGGETTI COMPETENTI

I soggetti che produrranno il proprio parere di competenza sono:

  1. L’azienda concessionaria del servizio ferroviario;
  2. L’ufficio U.S.T.I.F. – Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti – Dipartimento dei Trasporti Terrestri;
  3. In caso di interventi concernenti scavi di importanza rilevante, Il Servizio Difesa del Suolo della Provincia di Venezia.

 

Aggiornamento del: 24/01/2017


torna su

trasporti@cittametropolitana.ve.it - fax (0039) 041 2501256